top of page

Tratos

Il dott. Eugenio Uggenti si occupa del malessere derivante da eventi dolorosi che possono provocare la sensazione di perdita, smarrimento o danno. Questo malessere si manifesta attraverso vari sintomi che causano sofferenza affettiva, relazionale, lavorativa, familiare e amicale.

  1. Ansia Acuta e Attacchi di Panico: l'ansia acuta e gli attacchi di panico rappresentano esperienze intense e spesso debilitanti caratterizzate da sensazioni di paura e apprensione che possono manifestarsi improvvisamente, prendendo la persona di sorpresa. Questi episodi possono essere accompagnati da sintomi fisici avvertiti a livello cardiaco come palpitazioni, sensazioni di soffocamento, tremori e sudorazione eccessiva. L'individuo si trova ad affrontare un senso di perdita di controllo e la sensazione di essere sopraffatto dalla paura, rendendo difficile svolgere normali attività quotidiane.

  2. Paure irrazionali che generano forte ansia (fobie): le paure irrazionali, spesso manifestate sotto forma di fobie, sono timori eccessivi e irrazionali di specifici oggetti, situazioni o attività. Queste paure possono generare una forte ansia che limita significativamente la vita quotidiana della persona coinvolta. Ad esempio, la paura dei luoghi chiusi (claustrofobia) o la paura dei luoghi affollati (agorafobia) possono causare evitamento di situazioni che coinvolgono questi fattori, portando a un isolamento sociale e a una riduzione della qualità della vita.

  3. Pensieri intrusivi e persistenti (ossessioni): I pensieri intrusivi e persistenti, noti come ossessioni, sono pensieri, immagini o impulsi ricorrenti e indesiderati che causano ansia e stress significativo. Questi pensieri possono essere associati a compulsioni, comportamenti ritualistici che la persona compie per alleviare il disagio causato dalle ossessioni. Ad esempio, una persona con ossessioni legate alla contaminazione potrebbe sviluppare comportamenti di pulizia e lavaggio compulsivi per ridurre l'ansia.

  4. Difficoltà legate all'umore e alternanza di stati euforici e depressivi: le fluttuazioni dell'umore caratterizzano i disturbi dell'umore, tra cui il disturbo bipolare, in cui si verificano episodi alterni di stato d'animo euforico (fase maniacale) e depressione profonda. Durante la fase maniacale, la persona può sperimentare un'elevata energia, un pensiero accelerato e comportamenti impulsivi, mentre durante la fase depressiva si manifestano sentimenti di tristezza, disperazione e mancanza di interesse per le attività quotidiane.

  5. Disturbi psicosomatici: i disturbi psicosomatici sono condizioni mediche fisiche che sono influenzate o causate da fattori psicologici. Ad esempio, il dolore cronico senza una causa medica evidente può essere il risultato di stress emotivo o ansia cronica. Questi disturbi sottolineano il legame intricato tra mente e corpo e l'importanza di considerare entrambi gli aspetti nella diagnosi e nel trattamento.

  6. Difficoltà legate all'alimentazione e alle dipendenze: I comportamenti disfunzionali legati all'alimentazione, come l'anoressia nervosa e la bulimia, rappresentano disturbi alimentari che coinvolgono un rapporto distorto con il cibo e l'immagine corporea. Le dipendenze da sostanze come alcol, droghe o gioco d'azzardo sono altre forme di comportamento disfunzionale che possono avere gravi conseguenze sulla salute fisica e mentale dell'individuo

  7. Problematiche emotive, impulsività e comportamenti autolesivi: Le problematiche emotive, l'impulsività e i comportamenti autolesivi possono manifestarsi come una tendenza a agire senza riflettere sulle conseguenze, spesso accompagnata da comportamenti autolesivi come tagliarsi o bruciarsi. Questi comportamenti possono essere il risultato di una profonda sofferenza emotiva e di una scarsa capacità di gestire le emozioni negative in modo sano.

  8. Disturbi del carattere e della personalità: I disturbi del carattere e della personalità sono caratterizzati da modelli di pensiero e comportamento rigidi e disfunzionali che causano difficoltà nelle relazioni interpersonali e nel funzionamento quotidiano. Ad esempio, il disturbo borderline di personalità è caratterizzato da instabilità emotiva, relazionale e comportamentale, mentre il disturbo antisociale di personalità si manifesta attraverso comportamenti antisociali e mancanza di empatia verso gli altri.

 

Sebbene fonte di sofferenza, i sintomi hanno qualcosa da comunicarci e insegnarci, poiché sono generati dalla persona stessa. Pertanto, ogni sintomo assume un significato unico e soggettivo per chi lo vive, riflettendo le caratteristiche individuali e le esperienze personali, sia attuali che passate. Attraverso la psicoterapia psicodinamica si possono esplorare le radici profonde di questo malessere. Durante la fase iniziale di consultazione, ci si impegna ad accogliere il disagio, definire gli obiettivi terapeutici, pianificare le strategie per raggiungerli e individuare le risorse necessarie.

bottom of page