top of page

Il ciclo di Illusioni e dis-illussioni nelle Relazioni: dalla persona ideale a quella reale

Il Concetto di "Persona Ideale"

 

Nelle intricate trame delle relazioni umane, si delineano spesso pattern emotivi complessi, dove l'idealizzazione e la svalutazione giocano un ruolo chiave nel modellare l'interazione tra gli individui. Questi processi psicologici riflettono la tendenza umana a percepire e interpretare l'altro attraverso una lente distorta, generando aspettative irrealistiche e cicli di delusione ricorrenti. In questo contesto, il concetto di "persona ideale" emerge come un'entità astratta, esito dei propri bisogni, desideri e fantasie, che si distingue nettamente dalla persona reale presente nella realtà tangibile.

 

Il Confronto Tra Sogno e Realtà: Il Dramma delle Relazioni Idealizzate

 

Il concetto di persona ideale incarna l'essenza stessa dei desideri più profondi, rappresentando un'entità che sazia ogni bisogno, evita delusioni e risponde perfettamente alle aspettative. È la personificazione della perfezione, un'icona irraggiungibile che risplende nell'immaginazione del soggetto. Tuttavia, questa perfezione è puramente idealizzata e trova dimora soltanto nella sfera mentale del soggetto, lontana dalla cruda realtà delle relazioni umane.

 

Quando il soggetto si imbatte in un individuo che sembra avvicinarsi al suo ideale, nasce un'atmosfera di euforia e speranza, una fase idilliaca in cui tutto sembra possibile. Tuttavia, questa fase è destinata a svanire nel momento in cui l'oggetto ideale della mente si scontra con l'oggetto reale della realtà. È qui che si consuma il dramma delle relazioni caratterizzate da idealizzazione e svalutazione.

 

La Trasformazione dell'Idealizzazione in Svalutazione

 

Il confronto tra il sogno e la realtà è spesso traumatico. L'individuo idealizzato, una volta incontrato nella carne e nell'osso, rivela inevitabilmente le sue imperfezioni e le sue mancanze. L'illusione di perfezione svanisce, lasciando spazio alla delusione e al dolore. La persona ideale, una volta ammirato come un dio, viene ora ridimensionato alla dimensione umana, con tutti i suoi difetti e le sue fragilità. È in questo momento che l'idealizzazione si trasforma in svalutazione, e l'individuo perfetto diventa uno come tanti altri, suscettibile di tradimento, ferite e delusioni.

 

Il Rifiuto della persona Reale

 

La dissonanza tra la persona ideale e quella reale può generare un profondo senso di disorientamento e smarrimento. Come può l'individuo accettare la realtà imperfetta quando ha vissuto l'ebbrezza dell'illusione? Come può rinunciare al sogno di perfezione quando ha assaporato la sua dolcezza? La risposta, per molti, è il rifiuto della realtà stessa.

 

Per preservare l'illusione di perfezione, l'individuo spesso si sbarazza della persona reale. Lo etichetta come "sbagliato", lo respinge e si rifiuta di accettare la sua umanità. Questo può manifestarsi in comportamenti di evitamento, distacco emotivo o addirittura nella fine della relazione. Si attribuisce la responsabilità della delusione e del fallimento alla controparte, ignorando il ruolo attivo che l'idealizzazione ha giocato nel creare aspettative irrealistiche.

 

Il Circolo Vizioso dell'Idealizzazione e della Svalutazione


Così, l'individuo si ritrova intrappolato in un circolo vizioso di idealizzazione e svalutazione, perpetuando il ciclo delle relazioni disfunzionali. In una ricerca disperata della perfezione, continua a vagare da un soggetto all'altro, sperando di trovare finalmente quell'oggetto ideale che sazierà ogni desiderio. Tuttavia, questa ricerca è destinata a fallire, poiché la perfezione è un concetto ineffabile, irraggiungibile nella sua interezza.

 

La Rinuncia All'Illusione accettando la Realtà

 

Ogni nuovo incontro porta con sé la stessa delusione, il confronto tra il sogno e la realtà che si conclude inevitabilmente con la svalutazione dell'altro. E così, il ciclo continua, imprigionando l'individuo in un loop emotivo doloroso e senza fine.

 

In definitiva, ogni tentativo di trovare la persona ideale nella realtà è destinato a fallire. La perfezione è un'illusione, un miraggio che si dissolve nel momento stesso in cui cerchiamo di afferrarlo. Solo accettando la realtà per quello che è, con le sue imperfezioni e le sue sfumature, possiamo sperare di intraprendere relazioni sane e appaganti. Solo allora potremo liberarci dalla prigione delle nostre illusioni e abbracciare la bellezza imperfetta del mondo reale.

Commentaires


bottom of page