top of page

Quando rivolgersi allo psicologo per i disturbi psicosomatici

La connessione tra la mente e il corpo è inestricabile, con le nostre strutture mentali che si sviluppano dal fisico e si integrano con esso, formando un tutto unitario. Quando ci sono delle interruzioni in questo processo di crescita, a causa di carenze o traumi passati, possono manifestarsi sintomi psicosomatici. Uno psicologo per i disturbi psicosomatici è specializzato nell'indirizzare tali sintomi.

Gestione dei Sintomi Psicosomatici

I disturbi psicosomatici sono manifestazioni fisiche di disagio interiore, spesso senza una chiara spiegazione medica. Dopo esami approfonditi che escludono cause organiche, si inizia a considerare l'origine psicologica. Qui interviene la psicoterapia psicodinamica, che esplora il malcontento psichico non ancora elaborato o comunicato, esprimendosi in sintomi dolorosi e pre-verbali.

Questi sintomi possono includere una vasta gamma di condizioni come la dermatite, la cefalea, l'insorgere della tachicardia, problemi gastrointestinali come l'ulcera, e disturbi respiratori come l'asma. Altri possono essere la fibromialgia o il senso di stanchezza pervasivo. Un esperto psicologo psicoterapeuta può offrire supporto e intervento per questi sintomi.

Nei casi di disturbi psicosomatici, spesso le visite mediche non rilevano anomalie fisiche, lasciando il paziente con sentimenti di disarmonia tra mente e corpo. In questi momenti, il corpo può sembrare funzionare autonomamente, disconnesso dall'emotività e dal significato psichico. È qui che uno psicologo per lo stress e uno psicologo per la stanchezza possono ricoprire un ruolo cruciale nel riunire la psiche e il soma.

Il compito della psicoterapia psicodinamica è quindi di aiutare l'individuo a diventare consapevole dei propri contenuti psichici, trasformandoli in esperienze comunicabili e comprensibili attraverso il pensiero, per superare il malessere psichico

Comments


bottom of page